Roma di notte, passeggiata serale nelle piazze più belle della città

Non c’è niente di più romantico di una passeggiata per le vie di Roma di notte. Lo sanno bene i romani, che la sera amano riversarsi nelle strade del centro per godersi la vista dei monumenti più belli illuminati dalla luce dei lampioni.

Complice il clima mite, nella capitale è infatti piacevole stare all’aperto quasi in ogni momento dell’anno. Perciò non perdete l’occasione e fate vostre le abitudini dei romani: cenate con calma, fate due passi in centro e poi, se ne avete voglia, fermatevi a chiacchierare, a prendere un gelato o a bere qualcosa a Trastevere.


La passeggiata serale di Romabbella

La passeggiata che vi consigliamo di fare una volta calato il sole comprende le piazze più belle della capitale: da San Pietro a Trastevere, passando per piazza Navona, il Pantheon, Fontana di Trevi, piazza Venezia, l’isola Tiberina e il ghetto ebraico. L’itinerario è lungo poco più di 5 chilometri e richiede un’ora, un’ora e mezza.

Se ne avete voglia, una volta giunti a piazza Navona, potete allungare di un po’ il vostro percorso e andare a piazza di Spagna per ammirare l’illuminazione notturna della scalinata di Trinità dei Monti, prima di andare a vedere la fontana di Trevi. Molto dipenderà dal vostro entusiasmo e dalle vostre forze.


1. Basilica di San Pietro

La Basilica vista da via della Conciliazione

San Pietro di notte (Roma)

Il punto di partenza della nostra passeggiata a Roma di notte è la Basilica di San Pietro, che di notte assume un fascino tutto particolare. La nuova illuminazione a led, voluta da Papa Francesco per risparmiare energia e garantire una maggiore sicurezza ai visitatori notturni, è stata studiata per modellare e valorizzare al meglio sia la forma delle strutture architettoniche che la tonalità dei colori. Accesa nel mese di ottobre, consta di 132 proiettori che consentono a chi passeggia di ammirare il colonnato e la magnifica fontana di piazza San Pietro.


2. Castel Sant’Angelo

Ponte Sant'Angelo e Castel Sant'Angelo illuminati

Castel Sant’Angelo di notte

Lasciatevi alle spalle la Basilica di San Pietro e dirigetevi verso Castel Sant’Angelo, seconda tappa della nostra passeggiata a Roma di notte, attraversando via della Conciliazione. Prima di arrivare al Castello ricordatevi di girarvi per guardare di nuovo la Basilica in lontananza. Una volta arrivati al Castello avete due alternative: attraversare il Ponte Sant’Angelo, con il parapetto disegnato dal Bernini e decorato con le statue di San Pietro, San Paolo e dieci angeli, oppure passare per Ponte Umberto I, che collega il palazzo di Giustizia (detto Palazzaccio) con la zona di Piazza Navona. In questo modo avrete la possibilità di vedere il Palazzo di Giustizia e di ammirare uno splendido panorama con vista della cupola di San Pietro di notte.


3. Piazza Navona

Fontana dei quattro fiumi illuminata

Piazza Navona di notte

Dopo essere passati per via Zanardelli, entrate sulla piazza da via Agonale. Potrete così ammirare una delle piazze più famose di Roma. Voluta dalla famiglia Pamphili, piazza Navona contiene la fontana del Nettuno, la fontana dei fiumi e la fontana del Moro, imperdibili e ancora più affascinanti durante la notte, e quattro bellissimi palazzi (Palazzo Braschi, Palazzo De Torres, Palazzo Pamphilj e Palazzo Tuccimei).

Inutile ricordare che le fontane sono fatte per essere ammirate e non per rinfrescarsi dalla calura estiva…


4. Pantheon

Pantheon di notte (Roma)

Pantheon di notte (Roma)

Finito di ammirare piazza Navona, passate per la corsia Agonale, date un’occhiata a Palazzo Madama, sede del Senato, e dirigetevi verso via del Salvatore per raggiungere il Pantheon. Se siete degli appassionati di caffè potete passare per piazza Sant’Eustachio e fermarvi al numero 82, dove c’è il celebre Sant’Eustachio Il caffè, aperto dalle 8:30 del mattino fino all’1 di notte tutti i giorni (venerdì e sabato la chiusura è posticipata all’1 e mezza e alle 2).
Altro simbolo di Roma, il Pantheon è celebre per la struttura circolare e per la luce che filtra nella basilica dall’apertura posta in cima alla cupola. L’esterno della basilica assume un fascino tutto particolare di notte.


5. Fontana di Trevi

Fontana di Trevi di notte (Roma)

Fontana di Trevi di notte

Proseguite per via del Seminario, via di Pietra e via delle Muratte per raggiungere la meta imperdibile di una passeggiata a Roma di notte: la Fontana di Trevi. È la fontana più grande della capitale e una delle più celebri del mondo, resa immortale dal film La dolce vita di Federico Fellini nel quale Anita Ekberg si tuffa nella vasca e invita Marcello Mastroianni a raggiungerla. Costruita tra il 1732 e il 1762 e restaurata nel 2015, la Fontana di Trevi posa su un lato di Palazzo Conti di Poli. La tradizione vuole che chi lancia una monetina nella fontana a occhi chiusi e dando le spalle a Palazzo Poli sia destinato a tornare a visitare la città eterna. Dal 2006 le monetine raccolte nella vasca vengono destinate alla Caritas di Roma per opere di bene.
Secondo un’altra tradizione meno nota, quando dalla Fontana di Trevi si attingeva acqua potabile, le giovani donne avevano l’abitudine di farne bere un bicchiere ai loro fidanzati quando questi erano in procinto di partire. Il bicchiere dal quale avevano bevuto veniva poi rotto, gesto che veniva considerato di buon auspicio perché garantiva la fedeltà dei giovani.


6. Piazza Venezia

Notte di luna piena e Altare della Patria illuminato

Altare della Patria di notte (Roma, piazza Venezia)

Dopo aver lanciato una monetina nella Fontana di Trevi, proseguite la passeggiata dirigendovi verso via del Corso e andate senza esitazioni a piazza Venezia. Situata al punto di intersezione di quattro delle vie più importanti di Roma (via dei Fori Imperiali, l’asse via C. Battisti-via Nazionale, via del Corso, l’asse via del Plebiscito-corso Vittorio e via del Teatro di Marcello), la piazza di trova ai piedi del Campidoglio. È celebre poiché ospita il palazzo del Vittoriano, un monumento alto 81 e largo 135 metri, che occupa una superficie di 17.000 metri quadrati. Pensata inizialmente per ricordare Vittorio Emanuele II, l’opera assunse tutt’altro valore dal 1921 quando accolse le spoglie del Milite ignoto, un soldato italiano morto durante la Prima guerra mondiale e reso irriconoscibile dalle gravi ferite riportate. Da allora il monumento è noto come Altare della Patria e celebra l’Italia unita e la sua libertà. Ogni notte la struttura viene illuminata e ammirata da romani e turisti.

Al centro di piazza Venezia si trova la famosa pedana rialzata per i vigili urbani, ripresa in molti film e spot pubblicitari, da Vacanze romane di William Wyler a To Rome with love di Woody Allen. Nel periodo natalizio al centro del piazzale viene posto un grande abete decorato con luci colorate.


7. Antico ghetto ebraico

Percorrete via del Teatro Marcello e raggiungete via del Portico di Ottavia. Passando per il lungotevere de’ Cenci avrete modo di vedere l’esterno della sinagoga di Roma.